BTB: tre lettere che fanno estate

Di Michele MALTAURO

Rompiamo il tabù della prova costume e scopriamo le tendenze della moda mare 2016. Non solo quelle dell’ultima Milano Moda Donna, ma anche quelle della Miami Fashion Week, evento esclusivo dedicato ai grandi marchi dell’abbigliamento da spiaggia e piscina, che con un po’ di sana disobbedienza si possono sfruttare anche per altre occasioni. Fonte di ispirazione per molte collezioni sono le vite alte degli anni Cinquanta, contaminate però da dettagli tecnici provenienti dal mondo del surf o della barca a vela, che suggeriscono l’intero come must di stagione. Anche se a vincere è sempre il bikini. Le nuove pin-up vestono di neoprene compatto, tessuti stretch, glitter e pailettes, senza farsi mancare colori vitaminici e stampe etniche o tropicali. Vi siete spalmati bene la crema? Ecco i trend su cui puntare.

 

SEI20-091-1

 

 

IN OBLÒ

Si chiamano cut out. Finestre ovali di pelle nuda che si aprono improvvisamente nel costume e tagli di vario genere, che scoprono fianchi, centro seno, schiena. Talvolta assumono le sembianze di complicatissime strutture ad intarsio, che quasi reggono il paragone con le vetrate delle chiese gotiche. Molto d’effetto visivamente, decisamente meno per l’abbronzatura.

 

SEI20-091-9

 

PER LUI

Per fortuna il povero maschio non ha molte possibilità di scelta per quanto riguarda i modelli. In compenso, per slip e boxer può osare colori intensi come il blu oltremare e il magenta, per i parigamba orientarsi verso le classiche righe marinare bianche. Infine un piccolo consiglio evergreen: se non si può puntare sulla tartaruga, si punti sulla simpatia.

 

(S)COPERTE

Potremmo chiamarli cut out da signorine. Per chi vuole scoprire ma non troppo, celare ma non nascondere. Ci riferiamo di nuovo a fasce o sprazzi di pelle, che in questo caso anziché essere lasciata nuda viene coperta da fitte retine, mesh o tulle. In base al tessuto l’effetto può essere sportivo o sensuale. È sexy senza ombra di dubbio il body nero Fisico (nella foto), con applicazioni di borchie e cristalli.

 

SEI20-091-8

 

COSTUMI AL LACCIO

Presi in prestito dalla nautica, stanno al limite tra leziosaggine e necessità, decorativo e funzionale. Si presentano sottoforma di stringhe, per lo più laterali, che prendono in giro la tradizione costrittiva del corsetto per una nuova libertà d’indosso. Allacciano i fianchi delle culottes a macrostampa floreale di Mara Hoffman (nella foto).

 

SEI20-091-4

 

MIX AND MATCH

Il bikini diventa la ricetta di una centrifuga, dove mescolare slip e reggiseno in libertà abbinando tra loro pattern dai toni rosa, rossi, blu, gialli, verdi e neri. È il leitmotiv della nuova collezione 2BEkini (nella foto), una buona filosofia da vasca. Un trucchetto per non sbagliare? Stampe in contrasto sì, ma dalle cromie simili.

 

ATLETICI

Finalmente escono all’aria aperta le nuotatrici, che per tutto l’inverno si sono allenate al chiuso. Così i costumi si fanno dinamici ed ergonomici, anche per quelle che da bambine si sono fermate allo stile rana, stufandosi del corso a cui la mamma le aveva obbligate. Lo sport esplode nell’intero in neoprene Bonprix, grazie alla zip anteriore e all’accostamento di fucsia e nero.

 

SEI20-093-13

 

#BIKINI

Anche il bikini ha le sue tendenze pop, ossia quelle che escono dai circuiti delle sfilate ufficiali. Un tempo si intercettavano per strada, ora succede tutto su Instagram, dove i brand incitano il cliente a comprare i prodotti e a condividerli attraverso un hashtag, con la promessa di aumentare i suoi followers tramite un repost. Molto cliccata è l’azienda Triangl, famosa per i suoi modelli color block con reggiseno a balconcino.

 

ALL’OCCHIO

Specchio, specchio delle mie brame, qual è la novità eyewear del reame? La montatura massiccia e colorata. Enfatizza le classiche forme tonde, a goccia o a farfalla degli occhiali da sole, interrompendosi talvolta per mostrare i margini delle lenti. I più desiderati ed eccentrici sono quelli di Miu Miu e Marni (nella foto).

 

SEI20-093-1

 

COME UN PESCE FUOR D’ACQUA

Eccezion fatta per la breve fortuna negli anni Ottanta, il costume intero è sempre stato bistrattato. In genere la sua occasione d’uso viene relegata alla SPA e nelle spiagge si vede col cannocchiale. Bene, è ora di darci un taglio. Zara dimostra che scegliendo il giusto colore ed abbinandolo ad un semplice paio di jeans si ottiene un look perfetto per la discoteca (nella foto). Nel caso in cui, invece, esso sia di un materiale importante o particolarmente costruito, seguiamo il consiglio di Blugirl: una cintura che segni la vita e via, alla prima festa in piscina della stagione. Questi contesti insoliti aiuteranno le più riluttanti a prendere confidenza.

 

AZZURRO ANTISTRESS

Serenity a parole, 15-3919 a numeri; Pantone, azienda leader in catalogazione dei colori, l’ha eletto tonalità dell’anno insieme al rosa quarzo. Si tratta di una lieve nuance cerulea, per prendersi una pausa estiva dalla frenesia quotidiana. Inedita accoppiata quella del trikini a fascia dai dettagli sartoriali Parah (nella foto), che unisce un colore che si sta intrufolando nei nostri armadi e un modello di costume che sta timidamente tornando.

 

E SOPRA?

Caftani del Nord Africa, gellabe e lunghe tuniche mediorientali influenzano il copricostume, ricreando gli stessi mood esotici e misteriosi delle canzoni di Battiato. Si sviluppa in duplice versione: una prima intera, più tradizionale, con maniche a tre quarti e motivi verde muschio che ricordano i tessuti della kefiah H&M Studio, una seconda in due pezzi, con blusa e maxigonna monocolore. Che voglia di Marrakech!!

Leave a comment

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.